Milano come New York

Un pomeriggio di qualche giorno fa, passeggiando per Milano, sono inciampata in due posti di recente apertura che mi hanno ricordato la città di New York. Sono sicura che li conoscerete, sto parlando dell’Apple Store di Piazza Liberty e del Starbucks Reserve Roastery di Piazza Cordusio.

L’Apple Store progettato dall’architetto Norman Foster, sorge sulle ceneri del vecchio Cinema Apollo e ricalcandone in parte gli spazi interni. Un grande parallelepipedo di vetro inserito in una fontana che cela uno dei sistemi di risalita e un ampia scalinata che conduce all’ingresso principale schermato da una cascata d’acqua. Due elementi essenziali e scenografici che arredano la piazza e creano uno spazio pubblico a servizio della città. E lo Store vero e proprio? E’ ipogeo naturalmente, come da tradizione, nascosto e quasi invisibile dall’esterno se non fosse per le alzate vetrate della scalinata che lasciano intravedere qualche frammento dello spazio sottostante.

 

previous arrow
next arrow
Slider

 

Starbucks Reserve Roastery inserito all’interno dello storico edificio delle Poste è la perfetta espressione della cura per il dettaglio, nel progettare gli interni nulla è stato lasciato al caso, la scelta dei materiali, dei rivestimenti e degli arredi offre una sensazione di eleganza e di comfort al tempo stesso. I colori dell’ambiente, un enorme open space, sono caldi e le varie aree per il consumo e la degustazione dei prodotti, presenti anche all’esterno, sono confortevoli e a misura umana.

 

previous arrow
next arrow
Slider

 

Questi due posti sono, dal punto di vista dello stile, uno l’opposto dell’altro, il primo minimal ed essenziale, il secondo lussureggiante quasi esotico, eppure hanno in comune quel carattere eccezionale e scenografico tipico di posti unici al mondo.. sarà per questo che mi ricordano New York?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *